Dopo 13 anni di esperienza la sfida di Roma è la più importante e la più bella. In questi anni ho fatto l’amministratore locale mettendoci tempo, energie, serietà e faccia. I cittadini mi hanno sempre votato per questo. Il mio numero di telefono è sempre lo stesso ed è arrivato il momento di riportare Roma ai livelli che merita. Siamo pronti.

Correrò in consiglio comunale alle elezioni del 3-4 Ottobre.

Anche questa volta bisognerà scrivere il mio cognome (con la i!) accanto al simbolo del PD.
Io ci sono.

Assieme a me correrà Svetlana Celli, una donna preparata e combattiva che invito tutti a sostenere.

Politica

Complesso spiegare cosa significhi per me. Dovessi usare una locuzione sola direi: dare l’esempio.
Ho sempre cercato di interpretarla così.
So che vuol dire sentire la responsabilità di chi ha scritto il tuo nome sulla scheda elettorale.
So che vuol dire rispondere a (svariate) migliaia di telefonate.
So che vuol dire confrontarsi e studiare per cercare soluzioni complesse a problemi complessi.

Ho sempre scelto di sottopormi al giudizio dei cittadini di Roma in prima persona, con il voto diretto. So cosa vuol dire esserci, rispondere alle istanze, lavorare per risolvere i problemi. 

Nel 2008 sono stato il più giovane degli eletti dell’ex Municipio III. Piazza Bologna, casa mia. Poi è arrivata la grande sfida dei Municipi accorpati, un territorio di quei 200mila abitanti, sono al Villaggio Olimpico passando per il Trieste, Africano, i Parioli, il Flaminio, tante responsabilità. Era il 2013 e mi sembrava una competizione quasi impossibile. Invece i cittadini hanno riconosciuto il lavoro e la costanza e sono stato il primo degli eletti in assoluto di tutto il nuovo Municipio II.
Nel 2016, se possibile, ho avuto ancora più soddisfazione perché è arrivata la conferma, aumentando il consenso, e sono stato ancora il più votato in assoluto, il primo di tutte le liste, non era mai successo per due legislature consecutive.
In questi anni sul territorio ho fatto il capogruppo, poi l’Assessore ed il Vice Presidente. 

Politicamente ho sempre combattuto battaglie di autonomia e di riformismo. Sono stato membro della Direzione e poi della segreteria del PD di Roma.
Sono partito come il più giovane degli eletti nel più piccolo Municipio di Roma e nel
 2018 ho ricevuto dall’assemblea l’onore e la grande responsabilità di essere eletto Presidente del PD Lazio. Ne sono davvero molto orgoglioso.

Nel 2019 sono stato eletto come capolista nel collegio I di Roma all’Assemblea Nazionale del Partito Democratico. Scegliendo poi di rinunciare per continuare a svolgere il mio ruolo di Presidente del PD Lazio.

Ora sono pronto alla sfida più importante, quella di Roma.

Seguimi
sui canali social

Biografia

Sono nato e cresciuto a Roma, il cuore batte a Piazza Bologna, ho una laurea con lode in Statistica e lavoro da quando avevo 24 anni. Ora ne ho 40 ed ho sempre affiancato il mio impegno sul territorio alle mie esperienze lavorative.
Ho lavorato tanti anni nel privato ed in maniera autonoma come professionista. So cosa vuol dire essere una partita iva, ma anche essere un dipendente o avere dei dipendenti. Ho fatto tutte queste esperienze fino ad avere la grande opportunità di lavorare 5 anni alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e poi al Senato.

Ho sempre lavorato dal giorno dopo in cui mi sono laureato e negli anni ho preso un Master MBA e una specializzazione nella previdenza complementare.

Da LinkedIn chiunque volendo può vedere la mia storia professionale. Nella sostanza mi sento di aggiungere solo una cosa: non mi sono mai fermato.

Essere competente, accettare le sfide e le nuove attività è l’unico modo che conosco per crescere. Devo dire che sono molto orgoglioso di come è andata sin qui e se mai dovessi dare un suggerimento ad un ragazzo in questo contesto gli direi: “accetta le sfide, misurati, confrontati, non smettere mai di imparare”.

Basket

Potrebbe sembrare uno scherzo, ma da lì è partito tutto. Ed è la verità.

Ho giocato per tantissimi anni, arrivando a livelli anche abbastanza “seri”. Di sicuro è stata da sempre la mia grande passione. Ed i rapporti e le relazioni che ho sviluppato sono stati vero patrimonio della mia vita.

A 20 anni, quando ancora giocavo, ho iniziato a scrivere su un sito basketincontro.it  quando il web era agli albori. Si doveva staccare il telefono fisso di casa per potersi connettere col 56k. Suono di chiamate come fosse una interurbana. La preistoria.

Dopo 5 anni ho preso la tessera dell’ordine dei giornalisti al quale sono ancora iscritto e verso regolarmente. Dopo 6 sono diventato Direttore della testata e abbiamo rilevato il sito stesso che nel frattempo era diventato il principale portale di basket del centro Italia. Nel Lazio praticamente una istituzione per chiunque giochi sia a livello giovanile che senior.

Avevo 26 anni e mi sembrava tutto possibile, abbiamo fatto anche investimenti importanti, creato una App e alla fine abbiamo costruito una bellissima squadra di redattori che a distanza di 15 anni ancora girano i campi ogni week end essendo considerati i più autorevoli e competenti. Oltre 20mila persone al mese visitano il portale e le pagine visualizzate sono più di un milione. Un grande orgoglio.

Nel frattempo ho avuto modo di essere eletto nella Federazione Italiana Pallacanestro a livello regionale per due quadrienni olimpici. Dal 2008 al 2016. Per la FIP Lazio ho fatto tante cose, quella forza più importante è stato renderla visibile e renderne partecipato l’operato. 

In questo ambiente conosco tutti e penso di poter dire di aver sempre cercato di aiutare tutti. Perché per me questo mondo è casa.

Anche oggi quando devo staccare vado a vedere qualche partita. Ormai preferisco, se possibile, quelle del settore giovanile o delle cosiddette “minors”.

La pallacanestro è un pezzo del mio cuore e da lì sono partite mille sfide personali, da quelle lavorative al coinvolgimento nella politica attiva. Veltroni Sindaco seduto accanto a me al PalaEur a vedere la partita non lo potrò mai dimenticare. Avevo poco più di vent’anni e mi sembrava incredibile ogni domenica poter avere il Sindaco seduto vicino a me. Ora corro per aiutare Roma a ritrovarlo, un sindaco.

Insomma è proprio vero, tutto è iniziato li.

Contatti

Email
alemanni2021@gmail.com

Segreteria – Whatsapp :
375 5737668

Sedi:
Via Fermo 4c – (Piazza Lodi)
Via Giovanni da Procida 1H – (Piazza Bologna)
Via Ughelli 8a – (Caffarella)